lug 04

SABATO 6 LUGLIO 2019 – MALGA ORA – PASSO OCLINI – MALGA CAPANNA NUOVA – MALGA ORA

MALGA ORA – PASSO OCLINI – MALGA CAPANNA NUOVA –         MALGA ORA

IMG_0879E’ UN PERCORSO MOLTO BELLO, PANORAMICO CON UN DISLIVELLO DI CIRCA 200 MT.

LA PARTENZA E’ DA MALGA ORA. IL PERCORSO E’ DI KM 11 SU STERRATO E IN ALCUNI TRATTI CON RADICI.VEDREMO ALBERI COME IL PINO MUGO, ABETI E PINO CIRMOLO. DAL PASSO OCLINI AVREMO UNA SPLENDIDA VISTA DEL CORNO BIANCO, CORNO NERO. SI SCENDERA’ A CAPANNA NUOVA DOVE CI SARA’ LA POSSIBILITA’ DI PRANZARE.

SI SALIRA’ POI VERSO MALGA ORA DOVE CI SARA’ ANCHE QUI LA POSSIBILITA’ DI PRANZARE.

DURANTE TUTTO IL PERCORSO AVREMO DAVANTI A NOI IL LATEMAR, IL CATINACCIO E UNO SGUARDO SULLE ALPI AUSTRIACHE.

IMG_0884

 

 

PER INFO E ISCRIZIONI:

BOSCHETTO CLAUDIA. 349 8556555

 

IMG_0876

lug 04

5 LUGLIO 2019 – DAL PASSO VALLES AL RIFUGIO LARESEI ORE 20.30

 

 

                                   5 LUGLIO 2019       ORE.  20.30

 

                         DAL PASSO VALLES AL RIFUGIO LARESEI

 

IMG_0912

 

DALL’IMBRUNIRE ALLA NOTTE

PER INFO E ISCRIZIONI:

BOSCHETTO CLAUDIA.  349 8556555

 

IMG_0913

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

giu 04

Pale di San Martino- Trekking 7 e 8 settembre 2019 Con la Guida Alpina Aldo Leviti

Cima Canali dal Rif. Pradidali

 

 

 

                                         Pale di San Martino-

                               Trekking  7 e 8 settembre 2019

                              Con la Guida Alpina Aldo Leviti

PROGRAMMA:

1° Giorno:

Da San Martino di Castrozza, salita ( ore 8) con gli impianti della Rosetta fino alla loro sommità, sono due tronconi, il primo una cabinovia, il secondo, una funivia

 

Dall’arrivo della funivia (2700m.) , si scende verso il Rifugio Pedrotti alla Rosetta proseguendo poi seguendo il sentiero che percorre l’altopiano verso il Passo Pradidali basso, dopo circa ½ ora, lo lasceremo per salire verso sud e raggiungere la Cima di Scarpe, dalla vetta si vede quello che rimane un angolo nascosto ai più perché fuori dagli itinerari segnati, si tratta del versante nord della Pala di San Martino con il suo piccolo ghiacciaio che a dispetto del rialzo termico in atto, si conserva, anche se con molta fatica!

Il versante nord della Pala di San Martino ha una parete imponente ma visibile solo a chi effettua scalate all’interno del piccolo circolo glaciale nascosto fra le pareti sud della costiera; Cima Roda/ Cima si Scarpe e  la vasta parete nord della Pala.

La Val Canali con la Pala del Rifugio

Si ritorna poi sul sentiero lasciato per raggiungere il Passo Pradidali Basso e scendere lungo il vallone formato dalle cime Fradusta e Canali a sinistra e le cima di Scarpe e Pala di San Martino, sulla destra!

Si raggiunge il Rif. Pradidali che è posto su di un terrazzo ghiaioso e circondato da pareti rocciose che non hanno pari nel gruppo e forse nelle intere Dolomiti.

Durata, c. 5h. Disl. C. 300m.  Pranzo al sacco

Se rimane tempo, prima di cena potremo fare una breve camminata e raggiungere il Passo di Ball dal quale si gode la vista su tutta la val di Roda fino a San Martino di Castrozza!( 20 min.)

 

2° Giorno: Partenza dopo colazione per risalire al Passo Pradidali Basso, continueremo lungo l’altopiano delle Pale fino a raggiungere il Passo Canali e affrontare la lunga discesa della Val Canali fino a raggiungere il Rif. Treviso dove potremo pranzare e poi raggiungere la località Cant del Gal dove ci potremo ristorare presso il Rifugio/albergo la Ritonda e poi con il taxi rientrare verso San Martino di Castrozza Stazione a monte della Rosetta

 

 

Info e iscrizioni:

Aldo Leviti- Cell. 335 80 87 428. E Mail- leviti@libero.it

Boschetto Claudia- Cell. 349 85 56 555- boschettoclaudia@libero.it

Prenotazioni entro il 1 settembre 2019

 

la-ritonda

 

 

ALDO LEVITI E LE PALE DI SAN MARTINO

Da sempre Aldo ha amato le Pale di San Martino !

Fin da giovanissimo ha cominciato a frequentarle e non le ha più lasciate!

Le Pale di San Martino hanno sempre esercitato un che di magico su di lui, un luogo di forte magnetismo , dove la passione per la montagna si è esplicata in simbiosi con il salire su piani verticali, in combinazione con il suo senso estetico nella scelta delle salite.

Con la scelta di diventare Guida Alpina ha sempre cercato di accompagnare i suo allievi su queste montagne per condividere con loro la bellezza dei luoghi e anche la bellezza delle salite che questi monti offrono.

Aldo ha aperto decine di vie nuove lungo le pareti di questo vasto gruppo e ripetuto molti itinerari in solitaria per approfondire, anzi, entrare in maggiore intimità con questi luoghi traendone una grande, intima e duratura soddisfazione.

mag 14

FIERA DEL GUSTO E DEL TERRITORIO – ASD FIEMME NORDIC WALKING – CI SAREMO ANCHE NOI

e45d01ec-ccee-495f-a293-966e85b8ac0b

 

 

TEMPUS FUGIT, FIERI d’ESSER FIERA !!!

Degustazione itinerante meravigliosa…

Sabato 25 e domenica 26 Maggio 2019 dalle ore 10 alle ore 20

Evento ad offerta libera.

 

Riparte da Predazzo la terza edizione del “Tempus Fugit, Fieri d’esser Fiera” che, nel 2017, vide 1.800 persone gioire dei talenti culinari dei giovani dell’ENAIP al Palafiemme di Cavalese per spostarsi nel 2018 a Casa Iellici, in quel di Tesero.

Per il 40° anniversario della fondazione della Scuola Alberghiera in Val di Fiemme si è tornati alle origini, a Predazzo dove, nel 1979, l’Istituto aprì le porte ai primi apprendisti di “Cucina e Sala”.

 

“Gastronomia, Arte Bianca, Accoglienza e Ospitalità”

Reiterare e partecipare a questo evento è un piacere non solo per il palato, ma è anche un atto di sostegno verso le nuove generazioni di professionisti che si stanno specializzando nella “Gastronomia e Arte Bianca” e “Accoglienza e Ospitalità”. Gozzovigliare lungo il percorso permetterà di sviluppare e valorizzare i talenti dei ragazzi della classe IV dell’ENAIP di Tesero in un Week End dedicato al gusto, alla sostenibilità, al rinnovato rispetto per il Pianeta, alla solidarietà e ai sani stili di Vita.

Verrà posta un’attenzione particolare ai delicati equilibri della Natura, alla responsabilità individuale nel consumare le risorse del Pianeta “cum grano salis”, alla tempesta dell’ottobre 2018 e alla possibilità per ogni persona di riscoprire gusti, ricette e coltivazioni che possono ristabilire quel rispetto antico verso la Madre Terra.

Una parte della Fiera avrà luogo sulla piazza principale di Predazzo, la “degustazione itinerante” si svolgerà lungo alcune delle parti storiche del paese passando da “Piaza Piciola” e “Piaza Fiera” per poi salire lungo via Bedovina fino a raggiungere il “Bait de Tovalac”.

Sul percorso verranno dislocati dei “rifugi enogastronomici e didattici” nei quali verranno proposte delle degustazioni elaborate con i docenti dell’ENAIP in collaborazione con lo Chef Stellato Alessandro Gilmozzi. Vi saranno prelibatezze adatte per tutte le età nelle quali si scopriranno, oltre a prodotti e gusti antichi e nuovi, anche “Storie e Leggende culinarie”.

 

“Mens sana in corpore sano”

Per gli appassionati delle passeggiate, del Nordic Walking e del Mountain Bike vi sarà la possibilità di coniugare la scoperta dei talenti e dei prodotti del territorio con una sana attività fisica facendosi accompagnare, per chi lo desidera, dai referenti del “Fiemme Nordik Walking” e del “Local Motion”

ORARIO PER IL NORDIC WALKING  DALLE 10,30 / 12,30.                DALLE  15,00 / 17,00 

“Amici a 4 zampe”

E se scoprissimo che, partendo dai prodotti delle nostre terre, possiamo confezionare noi il contenuto della ciotola per i nostri fedeli cagnolini? Al Bait de Tovalac troverete tutte le indicazioni necessarie in un “rifugio canino didattico” mai visto con uno spazio dedicato al dressage…

 

“Mezzogiorno di Cuoco”

Uno degli studenti dell’ENAIP presente al “Tempus Fugit 2017” è stato recentemente eletto “Miglior Giovane Cuoco d’Italia”. A Mezzogiorno e alle 19 del sabato 25 e domenica 26 Maggio vi sarà spazio per lo Showcooking con Matteo Delvai perché cucinare è un’arte da trasmettere di generazione in generazione.

 

L’evento svolto in collaborazione con Alessandro Arici della “Cia la Pastière” e Thomas Conci di “Sentieri in Compagnia” è ad offerta libera. Informazioni e dettagli presso tutte le APT della Val di Fiemme o su www.facebook.com/SentieriinCiadellaPastiere/via email alessandro@lapastiere.com o al 33……..

 

0428_teseroscuola-2633 IMG_8056

nov 22

10 MARZO 2019 CIASPOLATA ALPE DEL LUSIA/ COL DE LE MANDRE CON LA GUIDA ALPINA ALDO LEVITI

 

canvere-inverno

 

 

 

          10 MARZO 2019 CIASPOLATA ALPE DEL LUSIA/

                               COL DE  LE MANDRE

                                       CIMA LASTE’

 

                      Il gruppo viene accompagnato dalla 

 

                              Guida Alpina Aldo Leviti

 

 

 

Programma:

Ritrovo ore 8.30 al parcheggio autostazione di Predazzo

 

Ore 9 arrivo alla località Castellir di Bellamonte

 

Ore 9.15 risalita con la nuova cabinovia fino alla sua sommità, località Morea

 

Il percorso sale brevemente lungo la pista per poi lasciarla a destra per imboccare una bella traccia in leggera salita che ci porta fino al rif. Lusia situato sull’omonimo passo. Da qui si salgono i bellissimi pendii delle Mandre fino a raggiungere l’omonimo colle all’ altezza dell’arrivo della seggiovia Lastè E LA CIMA LASTE’ .   Si rientra poi  per i pendii del Lastè fino al rifugio Ciamp de le Strie dove alle 13.30 c. si pranzerà. (Self Service). Lungo l’itinerario si gode costantemente di una vasta vista sulle Pale di San Martino, Lagorai e sulle Dolomiti Fassane e oltre.

Rientro alla Morea in c. 15/20 min.

 

Rientro alle macchine previsto per le 15.30/16

 

Abbigliamento:Invernale, comprese le ghette.

 

Ciaspole: Vanno regolate a casa, molto precise sullo scarpone!

 

Bastoncini: aggiungere la rotellina larga ( Da neve)

 

Frontalino: Con le batterie nuove perchè con il freddo si scaricano facilmente

 

Iscrizioni entro martedì 5 marzo 2019.                        IMG_9586

MT Claudia Boschetto- Cell. 3498556555

 

mail : boschettoclaudia@libero.it

info@fiemmenordicwalking.com

 

Il sito internet: www.fiemmenordicwalking.com

                                            

                         

nov 22

16 FEBBRAIO 2019 CIASPOLATA al Col LARESEI – PASSO VALLES – TRENTINO

         16 FEBBRAIO 2019 CIASPOLATA al Col LARESEI 

                                       PASSO VALLES

                            VALLE DI FIEMME TRENTINO

                   CON LA GUIDA ALPINA ALDO LEVITI

 

LARESEI Luna piena

 

                        CIASPOLATA con la LUNA PIENA

                              Sabato 16 FEBBRAIO 2019              

                               Predazzo Valle di Fiemme

 

Il gruppo viene accompagnato dalla Guida Alpina Aldo Leviti

Programma:

Ritrovo ore 15 al parcheggio autostazione di Predazzo VIA Marconi

Ore 15.45   arrivo al Passo Valles

Ore 16.00 partenza dal Passo Valles

Arrivo al Rifugio Laresei ore 18.00 circa con  Ristoro The o Vin Brûlé e biscottini fatti in casa

Ore 19.00 ritorno verso il Passo Valles dove ci aspetta una succulenta cena per le ore 20.30 circa

Il percorso sale dal Passo Valles in direzione delle piste del comprensorio FALCADE SAN PELLEGRINO dove dopo c. 1 ora   si raggiunge il col LARESEI e l’accogliente Rifugio Laresei dove berremo un  The caldo o Vin Brûlé con biscottini fatti in casa.

Dal Col Laresei  si gode di una vasta vista sulle Pale di San Martino, Lagorai e su quasi tutte le Dolomiti.

Ore 19.00 ritorno verso il Passo Valles

Rientro alle macchine previsto per le 22.00

Si richiede un discreto allenamento

Distanza km. 3,700 circa

Dislivello mt. 240

Tempo previsto:

Andata ore 1.45 / 2.00

Ritorno ore 1,30

IMG_7859

AbbigliamentoInvernale, comprese le ghette.

Ciaspole: Vanno regolate a casa, molto precise sullo scarpone!

Bastoncini: aggiungere la rotellina larga ( Da neve)

Frontalino: Con le batterie nuove perchè con il freddo si scaricano facilmente

Buon divertimento!!

Iscrizioni entro  Martedi 12 febbraio 2019 :

Info e iscrizioni : Claudia Boschetto- Cell. 3498556555

boschettoclaudia@libero.it

info@fiemmenordicwalking.com

Il sito internet: www.fiemmenordicwalking.com

4FEA2F41-9FA3-4CDD-9E44-2EB3FBAA674A

 

IMG_7868

nov 22

19 GENNAIO 2019 – CIASPOLATA LUNA PIENA CANVERE – ALPE LUSIA – BELLAMONTE –

19 GENNAIO 2019 CIASPOLATA LUNA PIENA ALPE LUSIA

                              VALLE DI FIEMME TRENTINO

                      CON LA GUIDA ALPINA   ALDO LEVITI

IMG_7269

 

 CIASPOLATA con la LUNA PIENA Sabato 19 Gennaio 2019

Predazzo  Valle di Fiemme

Il gruppo viene accompagnato dalla Guida Alpina Aldo Leviti

 

Programma:

Ritrovo ore 15.00 al parcheggio autostazione di Predazzo in Via Marconi difronte Caserma Vigili del Fuoco

Ore 15.30  arrivo alla località Castellir di Bellamonte

Ore 16.00 partenza verso Malga Canvere.

Il percorso sale lungo la rada foresta intervallata da pascoli e baite sbucando  nella vasta piana di Canvere dove si gode di una vasta vista sulle Pale  di San Martino e Lagorai.

Dalla Piana di Canvere si rientra verso le piste da sci e si raggiunge il rifugio Lusia per la cena alle ore 19.30 c.

Rientro con le ciaspole  attraverso l’itinerario del bosco alle ore 22.00 c.

Abbigliamento:  

Invernale,comprese le ghette.                                                    dsc03842

Ciaspole:

Vanno regolate a casa, molto precise sullo scarpone!

Bastoncini:

aggiungere la rotellina larga( Da neve)

Frontalino:

Con le batterie nuove perchè con il freddo si scaricano facilmente!!

A presto !

Iscrizioni entro martedì 15 gennaio 2019:

Info: Claudia Boschetto- Cell. 349 8556555

mail: boschettoclaudia@libero.it

mail : info@fiemmenordicwalking.com

Il sito internet: www.fiemmenordicwalking.com

CLAUDIA E ALDO

ASD FIEMME NORDIC WALKING

be7526c1-c2a2-4536-bb06-3b35270abc24

nov 13

CONCLUSIONE Challenge 2018 – Ultima tappa – PREDAZZO

IMG_6056

 

e932155c-c40a-418d-a3f6-447a620d22da

 

 

A distanza di due giorni dall’evento  rimane la grande contentezza di aver portato a termine la giornata conclusiva del grande tour del NW Challenge 2018. Un evento che vuole esportare la camminata nordica facendola conoscere anche a chi non ne ha mai avuto la possibilità ed è per questo motivo che l’evento è aperto a tutti coloro che vogliono partecipare, con o senza bastoncini. Questa giornata è stata caratterizzata dal ritorno del “Nostro PINO” accolto con una vera e propria” Standing Ovation ” con un arco di trionfo formato dai bastoncini sotto i quali è passato con il passo ancora incerto ma con la voglia di tornare a condividere con il SUO popolo questa giornata. Per noi disastrati dal maltempo è stata la spinta a tener duro e andare avanti come sta facendo lui!

Il percorso è stato accorciato rispetto all’originale per via dei noti avvenimenti meteo che ci hanno distrutto le foreste e di conseguenza ostruito i sentieri che avremmo dovuto percorrere ma comunque siamo riusciti a trovare una alternativa. L’escursione prevedeva la visita delle 5 cataste costruite attorno al paese per poi venire incendiate contemporaneamente alle 8 di sera dando vita al paese con il loro bagliore. Ogni rione ne ha una da dove la gente appartenente al proprio, parte con fissati alla vita le campane che si mettono al collo delle mucche e tutti i rumorosi cortei convergono nella piazza del paese per la scampanata finale con un fragore enorme!

Il nostro giro si è svolto dalle 10 alle 13,30.

Una fermata caratteristica è stata quella che ha visto i ragazzi della pira (ASSA, in dialetto) di “Pe de Pardac” dove si sono prestati a spiegare la storia e i due mesi di lavoro per costruire l’ASSA e di come questa cosa sia un grande momento di aggregazione per loro.

Il passaggio attraverso la foresta distrutta dallo schianto delle piante è stata significativa per comprendere la distruzione a cui è andata incontro ma ancora di più a capire quanto sia difficile e rischiosa l’opera dei boscaioli per aprire le strade. al rientro nella piazza principale, ristoro con formaggi e salumi locali, castagne e vin brûlé tante foto e abbracci in cui il PINO ha fatto la parte del leone!!!

Un grande CIAO a tutti e grazie di aver voluto condividere questa giornata e ancora un grazie a tutti quelli che addirittura hanno voluto collaborare con noi dal giorno prima e presenti in piazza dalle 6.30! FANTASTICI.

Un grazie all’amministrazione comunale , APT e al Comitato Manifestazioni Locali, 64717b7f-75e6-474b-a772-2bb35e1e60f6 ai nostri sponsor che ci hanno permesso il successo di questa edizione.

CLAUDIA BOSCHETTO E ALDO LEVITI

ASD FIEMME NORDIC WALKING0d5f74dc-cc96-4778-a37f-38ef24967489 24e5d703-f1a9-4b2a-9782-23c48e57d5e2942d6b91-44bc-4c3c-ae15-43f8c40d1c0582779d17-1fd1-4304-8b92-6c507aff4434517889eb-fe8d-4fe1-af9c-7f9bf6d56345fcdfe4d3-a46a-4a29-8d8b-acfd0f476969085706a1-10d9-4196-b7be-8036dffe474bIMG_6075IMG_6188

9fee64e9-9be9-458d-9e10-fc8d982aa910aff6f9dd-397d-4c89-b8eb-fb6bab350718IMG_604364717b7f-75e6-474b-a772-2bb35e1e60f6IMG_6070IMG_6199LOGHI.jpg di Severiano

nov 03

CONFERMA TAPPA FINALE CHALLENGE 11 NOVEMBRE 2018 PREDAZZO TN

IMG_5924

 

 

 

SI COMUNICA CHE NONOSTANTE I GRAVI DANNI ARRECATI DAL MALTEMPO E DAL VENTO IMPETUOSO, LA TAPPA FINALE DEL CHALLENGE SI SVOLGERA’ SU UN PERCORSO ALTERNATIVO MA ANCH’ESSO MOLTO BELLO DI CIRCA 7/8 KM.

 

IMG_5935

 

CONFIDIAMO NELLA VOSTRA SOLIDARIETA’ NEL SOSTENERE GLI SFORZI ORGANIZZATIVI.

 

 

IL PROGRAMMA RIMANE INVARIATO.

 

PARTENZA ORE 10 DALLA PIAZZA SS. FILIPPO E GIACOMO

 

A PRESTO

 

CLAUDIA BOSCHETTO

PRESIDENTE ASD FIEMME NORDIC WALKING

 

 

65e09a91-80cf-4e0b-8c2d-64215b64cee9

0ec3327d-0c75-45fc-8349-71673b11c189

 

LOGHI.jpg di Severiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ott 24

DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018 -NORDIC WALKING CHALLENGE 2018 – TAPPA FINALE –

 

CHALLENGE 2018

            NORDIC WALKING CHALLENGE – TAPPA FINALE

 

                  VALLE DI FIEMME – PREDAZZO – TN 

 

Camminata di Nordic Walking e a passo libero aperta a TUTTI

                        Un bellissimo percorso ad anello di circa 9 Km  facile e d’effetto.

 

         SARA’ CON NOI PER L’INTERA MANIFESTAZIONE

                                   PINO DELLASEGA

 Ore 10 partenza dalla piazza SS. Apostoli Filippo e Giacomo, 

 

proseguiremo verso sud passando davanti alla storica Scuola Alpina della Guardia di Finanza, tenendo la sinistra ci dirigeremo verso il Campo Sportivo dove troveremo la 1^ asa de “Pe de Pardac”.

Attraverseremo la campagna di Predazzo e saliremo verso la seconda asa dei” Molineri” situata alla cava di Predazzite sul monte Pelenzana. Raggiungeremo poi il Maso delle Coste situato sul crinale del monte Pelenzana per il ristoro. Luogo incantevole con ampia vista su Predazzo , la Valle del Travignolo e la Catena delle Pale di San Martino. Proseguendo si vedrà l’asa  dei” Bireri” ,

Alla base del monte Mulat ci sarà l’asa degli” Isceri” e proseguendo per un sentiero molto suggestivo si arriverà all’asa dei “Somaileri” .Da qui si scenderà verso la Piazza dove troveremo castegne e brullè.

 

Il percorso è molto panoramico perché si snoda  a mezza costa. Non è impegnativo e la lunghezza è di circa 9 km.

La durata è di ore 3 ½ circa.,

Programma:

Ore  9.00 ritrovo camminatori e apertura iscrizioni

Ore  9.45 chiusura iscrizioni

Ore 10,00 partenza Challenge

Ore 13.00 c.a. termine camminata , arrivo in Piazza SS. Apostoli con ristoro

Al termine del CHALLENGE premiazioni dei primi 3 gruppi più numerosi e il gruppo proveniente da più lontano (con almeno 10 componenti)

COSTO € 10,00 a persona (bambini sotto i 14 anni gratis)

ISCRIZIONI :

Singoli:  compilando gli appositi moduli

Gruppi: Compilando gli appositi moduli

Da inviare via mail a: boschettoclaudia@libero.it

Termine iscrizione gruppi entro mercoledì 7 novembre 2018

Potete scaricarei moduli dal sito:

www.fiemmenordicwalking.com

Modulo di iscrizione Singolo Challenge 

 

modulo iscrizione gruppo challenge 2018

 

DICHIARAZIONE LIBERATORIA DI RESPONSABILITA x Gruppi e Associazioni

 

Compilare i moduli ed inviarli a:   boschettoclaudia@libero.it   

Con l’adesione alla camminata, i partecipanti sollevano l’organizzazione da ogni responsabilità per incidenti o danni a persone o cose durante e dopo l’evento.

IMPORTANTE: ciascun partecipante dovrà compilare e firmare l’informativa presente nel sito, da presentare la mattina stessa al banco iscrizioni.

Per informazioni:
boschettoclaudia@libero.it

CELL. 3498556555

 Google Maps Predazzo x S. Martin

 

IMG_5652

PER CHI VOLESSE FERMARSI LA SERA DI SAN MARTINO 

 

Storia

Vengono celebrati l’11 novembre, data che corrispondeva un tempo alla conclusione dei lavori agricoli ed alla distribuzione delle regalie (le quote derivanti dagli utili realizzati durante l’ultimo anno) da parte della Regola Feudale. Nel passato erano una risorsa straordinariamente importante per la maggior parte delle famiglie dei Vicini. Questi ultimi si succedono solo per via maschile, nel rispetto di una tradizione secolare, e hanno in comune il godimento di diritti legati all’intero territorio della Regola per quanto riguarda il patrimonio agricolo, forestale e legato all’allevamento.[1].

Svolgimento della celebrazione

In passato venivano accesi cinque grandi falò sui fianchi delle montagne intorno a Predazzo. Le cinque cataste (le asse), venivano costruite dai giovani maschi dei cinque diversi rioni, e cioè dalle zone di Ischia, Sommavilla, Pié di Predazzo, Molin e Birreria. Venivano utilizzati rami, alberi morti (abeti, larici, pini e altri) ed era un motivo di orgoglio per un singolo rione quando si riusciva a far salire le fiamme più in alto rispetto a tutti gli altri. La costruzione della catasta quindi si tentava di mantenerla segreta in modo da poter sorprendere i concorrenti e rivelarne la grandezza solo nel giorno di San Martino. Alle ore 20.00 dell’11 novembre i ragazzi, provvisti di scope, si recavano nelle rispettive diverse località e accendevano un fuoco che poi trasferivano alle scope e poi alle asse.

I ragazzi iniziavano quindi la lenta discesa verso il paese con le scope accese che agitavano facendole roteare in modo circolare. Queste venivano successivamente spente nelle prime fontane dell’abitato. La discesa delle scope costituiva la seconda parte della festa tradizionale, non più soltanto visiva ma molto rumorosa e allegra, perché i ragazzi scendendo scuotevano campanacci da montagna e percuotevano bidoni, battendo ogni oggetto adatto a produrre rumore. Si usavano poi anche veri strumenti musicali come corni, trombe, tromboni e trombette, tamburi e tamburelli. Il tutto si svolgeva sotto l’occhio vigile e severo degli anziani, accompagnando l’intera manifestazione con il canto di un ritornello:

«San martin
pan e vin
pan e lat
sule piaghe del mùssat»

La festa in tempi moderni

La festa è rimasta tra le più sentite e partecipate. Arrivano a Predazzo migliaia di persone dalle valli di Fiemme e di Fassa (oltre a molti turisti) per assistere all’esplosione dei grandi fuochi, preparati dai rappresentanti dei cinque rioni. Successivamente, mentre i fuochi iniziano a spegnersi, si partecipa all’assordante corteo per le vie del paese. Infine arriva il gran finale in piazza Santi Apostoli di fronte alla chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, gremita di spettatori che qui si raccolgono per l’ultimo atto, il concerto conclusivo, degustando le castagne, il vin brulé e le altre bevande distribuite dai volontari, assieme ad alcuni prodotti tipici preparati per l’occasione.

 

 

foto San Martino

San Martino

I ns. referenti:

B&B DOLCE RELAX 3478124600
HOTEL ANCORA 0462 501651
ALBERGO NELE ZIANO DI FIEMME 0462 571146
AGRITUR MASO LENA 3407128301
HOTEL TORRETTA BELLAMONTE 0462 576120LOGHI.jpg di Severiano
ALBERGO LA ROCCIA CAVALESE 0462 231133

Post precedenti «

» Post successivi